Lecco: non ce l’ha fatta Sara Ghislanzoni, la giovane mamma colpita da un malore all’ottavo mese di gravidanza

Dopo alcuni giorni di agonia, il cuore di Sara Ghislanzoni ha smesso di battere per sempre. Aveva 40 anni e veniva da Civate, un piccolo paese in provincia di Lecco. Si è ammalata improvvisamente il 15 agosto, ma nonostante i disperati tentativi dei medici di aiutarla, la sua situazione non è mai migliorata. Non è mai riuscita ad abbracciare il suo neonato.

Una storia drammatica che ha ovviamente spezzato il cuore di migliaia di persone. Nelle ultime ore in tanti hanno postato un messaggio di cordoglio sui social.

Il dramma
di questa famiglia è iniziato lo scorso 15 agosto, in un giorno di festa per tutti. La giovane mamma 40enne era in vacanza con il marito e la figlia maggiore Giorgia di lei, a Sondrio. Era alla sua 35a settimana di gravidanza.

lei Improvvisamente ha cominciato ad avvertire uno strano malessere ei presenti si sono affrettati a dare l'allarme ai medici. I medici intervenuti dopo una prima visita, hanno deciso di trasferirla all'ospedale Manzoni di Lecco.

La situazione della donna è apparsa grave fin dall'inizio, motivo per cui i medici hanno deciso di sottoporsi al taglio cesareo.

La bambina che è venuta al mondo 5 settimane prima era in buone condizioni. La madre, invece, è stata ricoverata in terapia intensiva subito dopo l'operazione.

La tragica morte di Sara Ghislanzoni
Nei giorni in cui è stata in ospedale, le condizioni di Sara non sono mai migliorate. Non è mai riuscita ad abbracciare la piccola Sun e alla fine i medici non hanno potuto fare nulla per aiutarla.

Il suo cuore ha smesso di battere mentre era ricoverata nello stesso reparto. Il personale dell'ospedale non ha potuto fare a meno di accertare la tragica morte di lei.

Lascia un commento