Donna accusata di maltrattamento e crudeltà nei confronti degli animali: salvati 65 cani adulti, 69 cuccioli e 20 cavalli

Una donna del Michigan sta affrontando le conseguenze della difficile situazione sanitaria di dozzine di cani e cuccioli tenuti in una crudele fattoria di animali.

Gli agenti di polizia del Michigan hanno fatto la deplorevole scoperta dopo aver risposto a una chiamata su un cavallo abbandonato. I carabinieri si sono recati nel punto indicato e hanno indagato nell'area circostante, alla ricerca dell'animale. Di certo non si aspettavano di scoprire una cosa del genere. Sono rimasti inorriditi da ciò che hanno trovato. Accanto al luogo dove un tempo si trovava il cavallo, c'era un crudele allevamento di cuccioli che ospita più di 100 cani maltrattati.

Un'operazione clandestina mai vista prima. La persona responsabile era una donna di nome Rebecca Sue Johnson. Non solo i poveri animali furono costretti a vivere in condizioni di malnutrizione e disidratazione, ma furono rinchiusi in gabbie e ricoperti della loro stessa sporcizia.

Gli agenti hanno sequestrato un totale di 65 cani adulti, 69 cuccioli e 20 cavalli.

Lo scopo di quella donna e di chi ha lavorato con lei era solo quello di far riprodurre i cani adulti e poi strappare i cuccioli alle loro madri, per immetterli sul mercato al prezzo più conveniente.

Erano non solo in cattive condizioni fisiche, ma anche mentali. Fortunatamente, tutti gli animali stanno ricevendo le cure che meritano e presto potranno avere una seconda possibilità nella vita. Sono stati affidati a un team specializzato dell'organizzazione Delta Animal Shelter.

Rebecca Sue Johnson è ora accusata di crudeltà sugli animali e di gestione di una fattoria illegale. Gli agenti di polizia hanno lanciato un appello sul web, chiedendo a chiunque abbia comprato da lei un cucciolo di farsi avanti, di testimoniare contro tanta crudeltà.

Lascia un commento